PANE SENZA IMPASTO

PANE SENZA IMPASTO

Il Pane senza impasto o no-knead bread o pane cotto in pentola è una ricetta davvero semplice adatta anche ai principianti della panificazione.

Il metodo è stato inventato da  Jim Lahey, un newyorkese venuto in Italia per imparare l’arte della panificazione.

Tornato a New York sperimentò questo metodo che elimina tutta la parte dell’impasto aumentando i tempi di lievitazione.

Nel periodo di quarantena impazzavano sul web foto di pane e nei supermercati erano spariti farina e lievito.

Chissà quanti avranno sperimentato il pane senza impasto!

PANE SENZA IMPASTOPANE SENZA IMPASTO

Ingredienti per una pagnotta:

  • Farina manitoba 500 g ( io ho usato la farina moreschina con semi interi e germe di grano)
  • 350 ml acqua a temperatura ambiente
  • 10 g di sale (circa 1 cucchiaino)
  • 2 g di lievito di birra fresco oppure 1 g di lievito di birra secco
  • 5 g di miele (oppure 1 cucchiaino di zucchero)
  • farina o semola rimacinata q. b.

Preparazione

  1. Mettete la farina il sale e il miele in un recipiente abbastanza grande.
  2. Sciogliete il lievito in due dita di acqua prese dal totale.
  3. Aggiungete l’acqua rimanente ed infine l’acqua con il lievito.
  4. Mescolate con un cucchiaio di legno giusto il tempo per far assorbire l’acqua alla farina.
  5. Coprite questo con la pellicola e lasciate riposare per circa 12/18 ore a temperatura ambiente. ( in estate il caldo aiuta la lievitazione e ci vorranno circa 12 ore).
  6. Dopo il riposo l’impasto sarà lievitato e pieno di bolle, rovesciatelo su di un piano infarinato e spolveratelo di farina. Procedete alle pieghe: prendete un lembo d’impasto allungatelo verso l’esterno e poi ripiegatelo verso il centro, fate la stessa cosa con il lembo d’impasto dal lato opposto e fate così anche per gli altri due lati (vedi foto).
  7. Mettete un canovaccio nello stesso recipiente a spolveratelo di semola, ribaltate il vostro pane con le pieghe a contatto del canovaccio, spolverate con la semola e coprite a campana o con un altro canovaccio ben chiuso. Fate riposare altre 2 ore.
  8. Scaldate il forno a 230° statico e mettete dentro la pentola di ghisa con il coperchio (io 24 cm) e fatela scaldare almeno 15 minuti da quando il forno ha raggiunto la temperatura.
  9. Capovolgete con l’aiuto del canovaccio il vostro pane nella pentola in modo che le pieghe stiano in alto. Coprite la pentola con il coperchio e fate cuocere per 30 minuti, poi scoperchiate la pentola e continuate la cottura per 15/20 minuti per far colorire bene la pagnotta.
  10. Se volete un pane ancora più croccante potete mettere un cucchiaio di legno nello sportello de forno in modo da far uscire il vapore negli ultimi 10 minuti.
  11. Sfornate e fate raffreddare bene.

 

Al posto della pentola di ghisa potete usare pentola tutta in acciaio o altro materiale che possa andare in forno con il coperchio.

Instagram
Send this to a friend